+39 0825 23550 info@ameironlus.it

In questa condizione clinica la tiroide, nella stragrande maggioranza dei casi, produce più ormoni di quanto l’organismo ne abbia bisogno, non conosciamo bene le cause di questa malattia. Il paziente avverte:

Cardiopalmo
Tremori alle mani
Nervosismo
Insonnia
Sensazione di caldo
Sudorazione abbondante
Dimagrimento
Stanchezza,Affaticabilità
Alvo mosso fino ad una vera diarrea
Capelli fini e fragili
Pelle liscia e sottile
Astenia
Fastidio agli occhi
Esoftalmo(Occhi sporgenti)

Nelle forme avanzate può comportare aritmie cardiache(Battiti cardiaci accelerati ed irregolari),ipertensione arteriosa, ictus, insufficienza cardiaca e danni all’osso(Osteoporosi). Esistono forme più lievi(negli anziani,a volte):sono le forme subcliniche. Circa il 60% dei pazienti con questa patologia presenta ansia ed anche depressione. La malattia predilige, come in genere le malattie della tiroide, in prevalenza le donne.

E’ importante tenere presenti questi aspetti che possono favorire l’insorgenza di questa malattia:

1)Le donne sono le più favorite;
2)Familiarità per ipertiroidismo o per ipotiroidismo;
3)Familiarità per malattie autoimmuni;
4)Fumatori/trici;
5)Soggetti che assumono dosi alte di ormoni tiroidei;
6)Pazienti che assumono farmaci contenenti alte quantità di Iodio.

Tiroide ed ipertiroidismo: cause, sintomi, cura e gravidanza ...

Il medico visita la/il paziente,prescrive gli esami:il TSH è basso e gli ormoni tiroidei,FT4 e FT3, sono  elevati.E’ importare effettuare anche gli anticorpi antitiroidei(TgAb-TPOAb) e il TRAb(Anticorpi antirecettore del TSH).
L’ecografia tiroidea darà altre importanti informazioni(ed in alcuni casi la scintigrafia
tiroidea). La terapia verrà effettuata con il metimazolo (o il propiltiuracile)e all’inizio vanno somministrati i beta-bloccanti, di solito, il propranololo. Sono farmaci nella stragrande maggioranza ben tollerati, ma il paziente va attentamente
sorvegliato. La terapia medica controlla bene la malattia, tuttavia, in alcuni casi, si deve ricorrere alla
terapia chirurgica, asportando la ghiandola (tiroidectomia). Altra alternativa terapeutica è il trattamento medico nucleare somministrando per bocca una dose terapeutica di radioiodio(131I). L’ipertiroidismo dà diritto all’esenzione dalla partecipazione del costo delle prestazioni sanitarie relative (Ticket:codice 035).

In questa condizione clinica la tiroide, nella stragrande maggioranza dei casi, produce più ormoni di quanto l’organismo ne abbia bisogno, non conosciamo bene le cause di questa malattia. Il paziente avverte:

Cardiopalmo
Tremori alle mani
Nervosismo
Insonnia
Sensazione di caldo
Sudorazione abbondante
Dimagrimento
Stanchezza,Affaticabilità
Alvo mosso fino ad una vera diarrea
Capelli fini e fragili
Pelle liscia e sottile
Astenia
Fastidio agli occhi
Esoftalmo(Occhi sporgenti)

Nelle forme avanzate può comportare aritmie cardiache(Battiti cardiaci accelerati ed irregolari),ipertensione arteriosa, ictus, insufficienza cardiaca e danni all’osso(Osteoporosi). Esistono forme più lievi(negli anziani,a volte):sono le forme subcliniche. Circa il 60% dei pazienti con questa patologia presenta ansia ed anche depressione. La malattia predilige, come in genere le malattie della tiroide, in prevalenza le donne.

E’ importante tenere presenti questi aspetti che possono favorire l’insorgenza di questa malattia:

1)Le donne sono le più favorite;
2)Familiarità per ipertiroidismo o per ipotiroidismo;
3)Familiarità per malattie autoimmuni;
4)Fumatori/trici;
5)Soggetti che assumono dosi alte di ormoni tiroidei;
6)Pazienti che assumono farmaci contenenti alte quantità di Iodio.

Tiroide ed ipertiroidismo: cause, sintomi, cura e gravidanza ...

Il medico visita la/il paziente,prescrive gli esami:il TSH è basso e gli ormoni tiroidei,FT4 e FT3, sono  elevati.E’ importare effettuare anche gli anticorpi antitiroidei(TgAb-TPOAb) e il TRAb(Anticorpi antirecettore del TSH).
L’ecografia tiroidea darà altre importanti informazioni(ed in alcuni casi la scintigrafia tiroidea). La terapia verrà effettuata con il metimazolo (o il propiltiuracile)e all’inizio vanno somministrati i beta-bloccanti, di solito, il propranololo. Sono farmaci nella stragrande maggioranza ben tollerati, ma il paziente va attentamente
sorvegliato. La terapia medica controlla bene la malattia, tuttavia, in alcuni casi, si deve ricorrere alla terapia chirurgica, asportando la ghiandola (tiroidectomia). Altra alternativa terapeutica è il trattamento medico nucleare somministrando per bocca una dose terapeutica di radioiodio(131I). L’ipertiroidismo dà diritto all’esenzione dalla partecipazione del costo delle prestazioni sanitarie relative (Ticket:codice 035).